Il saper fare nel fatto [7] - La scoperta di Brunelleschi e l’invenzione di Alberti.

Il saper fare nel fatto [7] – La scoperta di Brunelleschi e l’invenzione di Alberti.

1._ Studio dell’esperimento dei “due specchi scostati un braccio” dalla Biografia del Manetti. Il biografo, afferma in un passo del testo che il Maestro fiorentino nel tempo di cui sta parlando (forse anni a cavallo del ‘400) mise inanti et in atto, lui proprio, quello che i dipintori oggi dicono prospettiva...
MILANO CAPITALE del MODERNO - a cura di Lorenzo Degli Esposti. Presentazione, 01.12.2017 - Palazzo Pirelli. Testo di Ernesto d'Alfonso.

MILANO CAPITALE del MODERNO – a cura di Lorenzo Degli Esposti. Presentazione, 01.12.2017 – Palazzo Pirelli. Testo di Ernesto d’Alfonso.

  Un libro. Testimone di un evento tenuto in questo stesso luogo due anni fa. Ne celebra la  memoria al futuro. Parlo di un dialogo in assenza a memoria di un dialogo in presenza. Due anni fa si incontravano persone. Ora si legge. Un libro e non un testo digitale....
Valentina Sumini , ha vinto il concorso bandito dalla NASA “Mars City Design Competition 2017“.

Valentina Sumini , ha vinto il concorso bandito dalla NASA “Mars City Design Competition 2017“.

Ph.D. cum laude in Preservation of Architectural Heritage del Politecnico di Milano e ricercatrice presso il Massachusetts Institute of Technology (MIT) di Cambridge, con il team di ricercatori che ha scelto , – nove studenti di diversi dipartimenti e gruppi di ricerca – ha messo a punto un progetto per...
Il saper fare nel fatto [6]. La riforma francese dell'architettura.

Il saper fare nel fatto [6]. La riforma francese dell’architettura.

Ripartire dal De Architectura di Vitruvio: studio delle categorie vitruviane da ex quibus rebus architectura constet. il primato della coppia decor/distributio nei confronti di ordo/dispositio [2].    L’accademia reale d’architettura francese istituita anch’essa da Luigi XIV, avvia i suoi lavori proprio dalla traduzione di Perrault, riletta e commentata. E con ciò...
Il saper fare nel fatto [0] Piano dell’opera. Abstract.

Il saper fare nel fatto [0] Piano dell’opera. Abstract.

    1. L’interrogativo posto dall’alterego virtuale che, da un centro ideale dispone attraverso rotazioni del busto, del capo pareti angolate scostate di un quanto che distingue un campo limitato, la sequenza di campi. Chi è questo alterego virtuale? E quale rapporto ha la sua azione formativa, idealmente circospettiva con...
Townscape storyboard

Townscape storyboard

L’articolo “Disegno a mano libera, ricerca e invenzione”, pubblicato il 19 Maggio 2017, è il primo di una serie di tre. Di seguito pubblichiamo il secondo, “Il volto del paesaggio. Landscape and Drama” e “400 passi nel cuore di Milano”.  Trattano i modi di catturare l’esperienza del paesaggio dall’interno dei luoghi...

HANGZHOU. Archeologia storia e natura in Cina. Ke Huan Wei

Analisi.     Provincia: Zhejiang Divisione: 6 distretti centrali 2 distretti sub-urbani 5 contee Superficie: 3,372 km2 Popolazione: 6,242,000 Dall’asse imperiale al lago. “Radical conservation of our heritage permits us to remember our identity and our institutional status. However, this conservation, which has become obsessive self- contemplation, turns sterile and dangerous when it is cut off from action, and relinquishes the continuation of construction which founds all anthropological and societal identity.” Françoise Choay, On demolition Hangzhou è una città costiera cinese che vanta una posizione geografica particolarmente strategica e favorevole. E’ situata, infatti, a 140 km da Shanghai, sull’estremità meridionale del Gran Canale che in passato la collegava a Beijing. Il lago Occidentale (Xihu), insieme al fiume Qiantang a sud-est e al Gran Canale a nord sono stati per lungo tempo i confini naturali che hanno determinato la morfologia della città. Le mappe storiche, risalenti alle dinastie Song (960-1279) e...
Arcduecittà al Padiglione Architettura

Arcduecittà al Padiglione Architettura

Architettura. Scrittura. Ernesto d’Alfonso
Paesaggi del tempo: la valle del Gottero

Paesaggi del tempo: la valle del Gottero

Il laboratorio di “Studi Urbani di Arcduecittà vi invita alla mostra: Paesaggi del tempo: la valle del Gottero I borghi, i boschi, i pascoli, le campagne, le acque Fotografie di Marco Introini Spazio d’AMa, via Salutati n. 15. Ore 19.00. Milano
AFORISMI. Franco Purini

AFORISMI. Franco Purini

Al di là delle loro differenze, che sono a volte notevoli, le scuole di architettura italiane condividono da sempre alcuni limiti di una certa consistenza. Il primo  è la mancanza di una vera e propria architettura didattica, ovvero una struttura del sapere,  del suo incremento,  della sua trasmissione e della...

Leewarden città della cultura 2018. Metabolismo e biografia urbana.

Innanzitutto si segnala di nuovo il rapporto essenziale tra regione e città. Lewarden è capitale della Frisia in quanto capoluogo organizzativo e simbolo dell’opera che trasformò il braccio di mare, tra isole del meddlesee e maremma circostante, in area agricola. È stato così possibile riguardarla secondo le tesi di Cattaneo come giardino prodotto dal lavoro...
Redwood forest. Alberi del nostro passato e futuro

Redwood forest. Alberi del nostro passato e futuro

    1. Concept architettonico Su Marte, la nostra città avrà le funzioni di una foresta, in grado di usare le risorse locali per permettere lo sviluppo di una comunità. Il progetto della foresta rappresenta simbolicamente la potenziale crescita su Marte e l’eventuale possibilità di terraformare (terraformare; v. tr. conformare alle condizioni di vita sulla...

Il saper fare nel fatto [6 / bis] – Pensando una transizione alla modernità.

1. La ricognizione milanese di Boito. Ho parlato di due modalità non identiche d’essere della forma architettonica: l’una che cade sotto le membra del corpo (mani e piedi soprattutto), è esposta dalla pianta; l’altra che si annuncia da lontano entro una trasparenza che annulla la distanza. Esige un distanziamento perché la forma rimpicciolisca fino a...

Il saper fare nel fatto [5 / nota]. Prima nota teorica di metodologia della visione per il progetto. Testo architettonico testo letterario.

Ho parlato di un tempo di autoistruzione all’uscita dalla scuola, in cui all’avvio alla “professione d’architetto” si sperimentava una operazione concepita come sintesi dei  tre insegnamenti fondativi, quelli di De Carli, Formaggio e Finzi. Si trattava di esporre in disegni tecnici d’architettura il campo d’azione di un corpo virtuale “analogo” a quello vivente. Questi, itinerando...

Il saper fare nel fatto [5]. La ricerca italiana nel vicolo cieco della controriforma. L’accademia francese raccoglie il testimone.

Ho parlato del barocco come scoperta della “diversità del proprio tempo” (il seicento) dall’antichità e dal passato prossimo: una novità che la chiesa romana, fece propria al tempo della controriforma. La estrasse dal tempo dei vissuti e la fece interprete del proprio sentimento metafisico_religioso del tempo. Furono i cultori della riforma coloro che capirono il...

Il saper fare nel fatto [4]. Studio dell’opus architectonicum di Francesco Borromini.

1§. L’esplorazione del mondo e l’esplorazione dello spazio virtuale: circospezione somatica e progetto architettonico. 2§. L’Opus architectonicum di F. Borromini. Il disegno architettonico come esito dell’esplorazione dello spazio virtuale finalizzata alla “progettazione” dell’edificio virtuale. 3§. Feedbak alla ricerca attuale di teoria dell’architettura: le operazioni di astrazione/concretizzazione del rilievo e della progettazione nell’era del disegno digitale....

Il saper fare nel fatto [3] Il percorso autoistruttivo.

1°§. Il punto di partenza 2°§. L’esercizio ingenuo del disegno di progetto: la domanda nel primo “fatto”, il primo disegno di progetto. L’esperienza di una percezione immaginativa e opertiva. 3°§. Per una Metodologia della visione o Fenomenologia della percezione (circospezione) per l’architettura. 4§. Lo spazio dell’architetto: il foglio da disegno, un fondo per la proiettività...

Il saper fare del fatto [2]

Avvertenza. Postulato. Il logos tettonico, principio di saper fare nel fatto è fondamento di architettura. E di semiologia architettonica, in seguito. Il “ campo d’azione” edificato, è  un architettonico fatto. Saperlo fare è esposto dal fatto stesso. Il principio del saperlo fare è logos architettonico. Bensì tratto dall’osservazione dei fenomeni del mondo. Ma come intuizione...

Il saper fare nel fatto [1]

“O corpo mio, che ogni istante a me richiami la natura tua d’ istinti,  l’ equilibrio d’ organi, le giuste proporzioni delle parti essenziali,  per le quali esisti e torni in seno alle cose nobili; vigila sull’opera mia, insegnami silenziosamente le schiette verità della natura; fa sì ch’io capisca l’arte maestra di cui  sei dotato...
300 passi nel cuore di Milano

300 passi nel cuore di Milano

Storyboard da piazza Diaz a piazza della Scala attraverso piazza Duomo e la Galleria   1 On stage, 2 Back stage, 3 Cornice, 4 Vestibolo, 5 Agorà, 6 Antro, 7 Navata, 8 Abside, 9 Soglia-Raccordo, 10 Square On stage Il tragitto parte da una messa in scena. Il volto che piazza Diaz rivolge a piazza...
I volti del paesaggio. Landscape and Drama

I volti del paesaggio. Landscape and Drama

“La bellezza è una necessità epistemologica; l’aisthesis è il modo in cui noi conosciamo il mondo … Ciò che intendo per risposta estetica è qualcosa di più vicino, semmai, a un senso animale del mondo: un avere naso per la visibile intelligibilità delle cose – il loro suono, odore, forma, che parlano con e attraverso...
IL DISEGNO A MANO LIBERA. Ricerca e invenzione

IL DISEGNO A MANO LIBERA. Ricerca e invenzione

Schizzo: “abbozzo buttato giù con pochi tratti essenziali…suscettibile di più ampio sviluppo, ma che può anche essere considerato compiuto in sé” (definizione di G. Devoto).  “Lo schizzo è il DNA dell’ idea” (F. Purini),. Michelangelo, studio di occhi Lo schizzo Strumento classico per un soggetto intuitivo Nel mondo classico l’artista si forma con il disegno....