architectural
Kenzo Tange. Gli anni della rivoluzione formale 1940/1970 - Giusi Ciotoli e Marco Falsetti

Kenzo Tange. Gli anni della rivoluzione formale 1940/1970 – Giusi Ciotoli e Marco Falsetti

Un incontro per presentare il libro Kenzo Tange. Gli anni della rivoluzione formale 1940/1970 di Giusi Ciotoli e Marco Falsetti, edito da FrancoAngeli Milano. Intervengono durante la presentazione Marco Biraghi, docente Politecnico di Milano, dipartimento di architettura e studi urbani, Michele Caja, docente Politecnico di Milano, dipartimento di architettura, ingegneria delle costruzione e ambiente costruito, Giusi Ciotoli,...

Prima del Politecnico, per il Politecnico – Ernesto d’Alfonso

All’uscita dalla scuola, l’esperienza comune alla generazione sessantottina o presessantottina era quella di un mutamento radicale che coinvolgeva la figura stessa dell’architetto, la professione scelta. Per chi non andò verso la toeria del’architettura, tra i quali il giovane architetto Amedeo Fago, aveva davanti agli occhi, come situazione italiana, il momento in cui la città si...
On – line: Arcduecittà n°11 – Gli anni '70 a Roma, il Politecnico – visita la sezione ‘il numero’ e scarica gratuitamente il pdf

On – line: Arcduecittà n°11 – Gli anni ’70 a Roma, il Politecnico – visita la sezione ‘il numero’ e scarica gratuitamente il pdf

On – line: Arcduecittà n°11 – Gli anni ’70 a Roma, il Politecnico. ARCDUECITTA-N°11 [visita la sezione ‘ i numeri‘ e scarica gratuitamente il pdf ]
On – line: Arcduecittà n°10 – Residenze Carlo Erba, numero monografico – visita la sezione ‘il numero’ e scarica gratuitamente il pdf

On – line: Arcduecittà n°10 – Residenze Carlo Erba, numero monografico – visita la sezione ‘il numero’ e scarica gratuitamente il pdf

Esce oggi Arcduecittà n°10 – Residenze Carlo Erba, numero monografico, con un saggio sulla sovradeterminazione formale – [visita la sezione ‘ i nuArcduecittà_N°10meri‘ e scarica gratuitamente il pdf ]
Elogio dei Maestri: Carlo de Carli, Dino Formaggio.

Elogio dei Maestri: Carlo de Carli, Dino Formaggio.

1. Non potrei parlare di semiologia architettonica se non fossi stato allievo e assistente di Dino Formaggio nel corso di Metodologia della visione, alla facoltà di architettura del Politecnico di Milano. Né avrei potuto , se De Carli non avesse chiamato Dino in Facoltà. E propostomi di collaborare con lui. Allora l’artista filosofo che era...
On – line: Arcduecittà n°9 – Tractatus Logico Sintattico – visita la sezione ‘il numero’ e scarica gratuitamente il pdf

On – line: Arcduecittà n°9 – Tractatus Logico Sintattico – visita la sezione ‘il numero’ e scarica gratuitamente il pdf

Esce oggi Arcduecittà n°9 – Tractatus Logico Sintattico – [visita la sezione ‘ i numeri‘ e scarica gratuitamente il pdf ]

Villa Adriana – Ernesto d’Alfonso.

Il testo architettonico della modernità. Dopo il rinascimento, villa Adriana, diviene il testo base nello studio dell’architettura. Pirro Ligorio, Borromini e Piranesi hanno legato villa adriana al barocco. E il termine mantiene il connotato di capriccio o licenza di sfrenato libertinismo. Che non merita. Sublime, invece. Esempio magistrale dell’unità: il guscio che ospita l’invaso. In...

Architettura d’interni, paesaggi dell’arte – Ernesto d’Alfonso

Architettura romana. Un’evidenza. Da principio. L’architettura romana non si appiattisce sull’architettura greca o ellenistica, pur riconoscendone il valore. E la necessità di studiarla. Come testimonia lo stesso Vitruvio. L’ originalità consiste nell’irriducibilità al principio greco dell’esposizione alla luce. L’architettura dei romani si nasconde. Si difende dalla luce. È arte degli interni. La definiremo, perciò un’architettura...

L’impostazione Teorica – Raimondo Pinna.

Il Tractatus logico sintattico, la forma trasparente della Villa Adriana, si pone con cognizione di causa nell’ambito dei trattati di architettura, ossia in quella serie di scritti teorici sulla disciplina che individuano e discettano sulle nozioni di base da cui un architetto non può prescindere, se vuole dirsi ed essere chiamato tale. Il suo autore,...

Biografia di un’idea – Francesco Leoni.

Il milieu di riferimento Il redigere un testo come questo ha in sé un portato di reminiscenze che, inevitabilmente, porta al tirare le somme di un capitolo, ancora aperto, ma che ha oramai dei contorni definiti e netti. In fondo, quest’anno, il Premio Piranesi, è diventato maggiorenne. O meglio: in quest’anno così travagliato e vessato,...

La trascrizione topografica della temporalità – Greta Allegretti.

Dalla teoria delle carte locali alle mappe per sistemi discreti, dalla descrizione alla narrazione della città antica. Nella sua multiforme espressione cartografica dello spazio e del tempo, l’Atlante di Roma Antica di Carandini costruisce la sua narrazione della città, degli attori, delle scenografie e degli eventi, nella forma di un racconto in grado di assumere...

Studio dal testo di Ananke 84.

L’uso del nome Tecnigrafo post-alessandrino conferisce all’atto mentale la sua dimensione tecnica (la sua necessità, come mezzo e come fine) e simultaneamente, all’atto tecnico la dimensione ideale nell’automatismo nell’automatismo messo in azione. Si tratta, in concreto, di considerare l’operare dello strumento come estroversione di atti del pensiero. L’emergere del paradigma ipotattico impone all’attenzione del pensare...