urban
300 passi nel cuore di Milano

300 passi nel cuore di Milano

Storyboard da piazza Diaz a piazza della Scala attraverso piazza Duomo e la Galleria   1 On stage, 2 Back stage, 3 Cornice, 4 Vestibolo, 5 Agorà, 6 Antro, 7 Navata, 8 Abside, 9 Soglia-Raccordo, 10 Square On stage Il tragitto parte da una messa in scena. Il volto che piazza Diaz rivolge a piazza...
I volti del paesaggio. Landscape and Drama

I volti del paesaggio. Landscape and Drama

“La bellezza è una necessità epistemologica; l’aisthesis è il modo in cui noi conosciamo il mondo … Ciò che intendo per risposta estetica è qualcosa di più vicino, semmai, a un senso animale del mondo: un avere naso per la visibile intelligibilità delle cose – il loro suono, odore, forma, che parlano con e attraverso...
Townscape storyboard

Townscape storyboard

L’articolo “Disegno a mano libera, ricerca e invenzione”, pubblicato il 19 Maggio 2017, è il primo di una serie di tre. Di seguito pubblichiamo il secondo, “Il volto del paesaggio. Landscape and Drama” e “400 passi nel cuore di Milano”.  Trattano i modi di catturare l’esperienza del paesaggio dall’interno dei luoghi caratteristici della città e propongono...
Block, Superblock and Megablock, una breve storia. David Grahame Shane

Block, Superblock and Megablock, una breve storia. David Grahame Shane

Block, Superblock and Megablock. Una breve storia. Il block è considerabile come elemento base della morfologia urbana fin dalla nascita della città. Le denominazioni successive si riferiscono invece al cambiamento e modifica della sua scala all’interno dell’organizzazione della forma urbana. Tale sequenza individua il block come elemento fondamentale in una chiara gerarchia urbana associata ad...
Landscape and Urbanism altered? Cortocircuiti: l’approccio nordamericano per le trasformazioni urbane. Elisa Cattaneo

Landscape and Urbanism altered? Cortocircuiti: l’approccio nordamericano per le trasformazioni urbane. Elisa Cattaneo

“ Landscape Urbanism describes a disciplinary realignment currently underway in which Landscape replaces Architectureas the basic building block of contemporary urbanism.For many, across a range of disciplines, Landscape has became both the lens through which the contemporary city is represented and the medium through which it is constructed”[1] C. Waldheim “Perhaps most importantly, it makes...
APPUNTI DI BIBLIOGRAFIA CRITICA. Lorenzo Degli Esposti

APPUNTI DI BIBLIOGRAFIA CRITICA. Lorenzo Degli Esposti

        Appunto su Pro Domo di Yona Friedman (2006) Proposta di nuovo paradigma urbano, la città-continente (2000), alternativa alla megalopoli: compatibilità con la struttura esistente del territorio, rete di trasporto veloce su ferro, sganciamento delle unità abitative dalle reti dei servizi.    Harward Design Magazine 28 (2008) L’informale: insediamenti e processi progettuali...
LES BIJOUX DISCRETS. APPUNTI PER UNA RESISTENZA ARCHITETTONICA. Lorenzo Degli Esposti

LES BIJOUX DISCRETS. APPUNTI PER UNA RESISTENZA ARCHITETTONICA. Lorenzo Degli Esposti

    Les bijoux discrets[1] Appunti per una resistenza architettonica   L’opera di architettura è futile o utile? Annose critiche all’architettura iconica, se asservita al capitale, mi sembrano spostare il problema e confondere le acque. La decadenza della ricerca formale entro logiche commerciali e mercantili non deve essere interpretata come il destino ineluttabile in cui è costretta...
FORME PER NARRAZIONI DIFFERENTI. Lorenzo Degli Esposti

FORME PER NARRAZIONI DIFFERENTI. Lorenzo Degli Esposti

    Di fronte ad una città che cresce e si trasforma in metropoli, postmetropoli, conurbazione, regione metropolitana, megalopoli, sotto l’impeto del capitale e delle migrazioni, gli architetti si cimentano con carte e conti richiesti dal funzionamento della macchina burocratica o con pixel e parametri richiesti dal funzionamento della macchina informatica. E intanto la città...
VERSO UN PRINCIPIO DI URBANITÀ CONTEMPORANEO. Chiara Toscani

VERSO UN PRINCIPIO DI URBANITÀ CONTEMPORANEO. Chiara Toscani

    Se un principio di urbanità è chiaramente leggibile all’interno della città consolidata attraverso la costituzione di uno specifico rapporto tra spazio aperto e tessuto costruito, in cui il primo è l’elemento di connessione e conformazione del secondo attraverso strade, piazze, ecc., i quali erano i luoghi, dal carattere collettivo riconoscibile e condivisibile, dove si...
PER CHI, COSA. DIRITTO ALLA SALUTE IN TEMPO DI GUERRA. Ottavio Tozzo

PER CHI, COSA. DIRITTO ALLA SALUTE IN TEMPO DI GUERRA. Ottavio Tozzo

  Il tema di questo scritto apre probabilmente un arcipelago d’interrogativi. Mi soffermerei, tuttavia, sul significato metodologico e sulla portata innovativa dell’iniziativa di cooperazione alla quale ho potuto partecipare. Lascio alle pubblicazioni elaborate, il dettaglio e il merito dei progetti elaborati, l’illustrazione delle scelte architettonico-edilizie adottate e l’evidenza dell’enorme sforzo di analisi e studio di tecnologie...
METABOLISMO URBANO. Michele Moreno

METABOLISMO URBANO. Michele Moreno

  La complessità del territorio, inteso come momento di un processo formativo sempre in atto costituito da un sistema di rapporti a più scale, luogo dell’intreccio e delle molteplici razionalità settoriali, dove prevalgono fondamentalmente ibridazione morfologica, complessità spaziale, un certo disorientamento nella selezione e nella scelta, tende a far riferimento ad una processualità costruttiva che opera...
ARCHITETTURA DELLA CITTÀ TRA SOPRAVVIVENZE E PROFITTI. Lorenzo Degli Esposti

ARCHITETTURA DELLA CITTÀ TRA SOPRAVVIVENZE E PROFITTI. Lorenzo Degli Esposti

    Ogni situazione urbana è singola e specifica. Assistiamo a fenomeni di sviluppo urbano ad alta densità, in altezza, oppure di dispersione e diffusione, o ancora processi di gentrification oppure di trasformazione dei centri storici, proliferazione di gated communities e bidonville, ghetti, favelas, città nuove o sostituzione di parti di città. Tutto ciò premesso,...