editorials

Il saper fare nel fatto [4]. Studio dell’opus architectonicum di Francesco Borromini.

1§. L’esplorazione del mondo e l’esplorazione dello spazio virtuale: circospezione somatica e progetto architettonico. 2§. L’Opus architectonicum di F. Borromini. Il disegno architettonico come esito dell’esplorazione dello spazio virtuale finalizzata alla “progettazione” dell’edificio virtuale. 3§. Feedbak alla ricerca attuale di teoria dell’architettura: le operazioni di astrazione/concretizzazione del rilievo e della progettazione nell’era del disegno digitale....

Il saper fare nel fatto [3] Il percorso autoistruttivo.

1°§. Il punto di partenza 2°§. L’esercizio ingenuo del disegno di progetto: la domanda nel primo “fatto”, il primo disegno di progetto. L’esperienza di una percezione immaginativa e opertiva. 3°§. Per una Metodologia della visione o Fenomenologia della percezione (circospezione) per l’architettura. 4§. Lo spazio dell’architetto: il foglio da disegno, un fondo per la proiettività...

Il saper fare del fatto [2]

Avvertenza. Postulato. Il logos tettonico, principio di saper fare nel fatto è fondamento di architettura. E di semiologia architettonica, in seguito. Il “ campo d’azione” edificato, è  un architettonico fatto. Saperlo fare è esposto dal fatto stesso. Il principio del saperlo fare è logos architettonico. Bensì tratto dall’osservazione dei fenomeni del mondo. Ma come intuizione...

Il saper fare nel fatto [0] Piano dell’opera. Abstract.

1. L’interrogativo posto dall’alterego virtuale che, da un centro ideale dispone attraverso rotazioni del busto, del capo pareti angolate scostate di un quanto che distingue un campo limitato, la sequenza di campi. Chi è questo alterego virtuale? E quale rapporto ha la sua azione formativa, idealmente circospettiva con la circospezione spontanea che costituisce il patrimonio...

Il saper fare nel fatto [1]

“O corpo mio, che ogni istante a me richiami la natura tua d’ istinti,  l’ equilibrio d’ organi, le giuste proporzioni delle parti essenziali,  per le quali esisti e torni in seno alle cose nobili; vigila sull’opera mia, insegnami silenziosamente le schiette verità della natura; fa sì ch’io capisca l’arte maestra di cui  sei dotato...
Close Reading

Close Reading

  Peter Eisenman, City of Culture of Galicia, Santiago de Compostela, Studi di close reading. Joanna Mougkasi (in alto) 2009. Mariagrazia Longhi (sopra) 2010. Studi di analisi formale degli edifici. Lo studio delle opere d’architettura, “lette” attraverso operazioni grafiche sui disegni, (close reading nei termini di Eiseman) s’inquadrava nel percorso di Laurea magistrale in progettazione...
On – line, pubblicistica d’architettura, Arcduecittà. Una ricerca della modernità.

On – line, pubblicistica d’architettura, Arcduecittà. Una ricerca della modernità.

Si dovrà trattare, forse, del divorzio tra parola ed immagine. Della fine del principio: ut pictura poesis. Questa è forse la principale conseguenza del primato della rete elettrotelematica sulle altre forme di comunicazione. Si afferma, forse il primato radicale dell’immaginazione creativa sulla memoria. Vorrei allora fare una dedica scongiuratoria, non perché non apprezzi la immaginazione...
RICERCHE di Luigi Moretti in ARCHITETTURA.Studio.

RICERCHE di Luigi Moretti in ARCHITETTURA.Studio.

       L’Architettura, così come la pittura e la scultura, sembra in questi ultimi anni divenuta casuale e interessante solo per i pretesti che assume di volta in volta per la sua validità. Le sue latitudini tecniche non appaiono coincidenti con chiare, decise e soprattutto esaurienti esigenze espressive. Ad un certo momento ci si...
Milano capitale del Moderno.

Milano capitale del Moderno.

Indice. 1. Modernità. 2. Milano capitale. 3. Milano capitale rinascimentale 4. Gli anni ’50: Milano capitale del moderno. 5. L’anima della modernità milanese. 6. Cenni biografici. 7. Un progetto di formazione dell’Architetto al Politecnico. 8. Saggi e Manifesti della scuola. 9. Modernità?Una ricerca 10. La metropoli lombarda un problema di scala. Milano capitale del moderno....

Architettura. Scrittura. Ernesto d’Alfonso

1. Essere abitando. Nasce  corpo animale, laddove lo depone la madre, l’uomo; da subito, spontaneamente mettendo in esercizio le facoltà specifiche di cui è dotato non solo  per conservare la vita. Certamente per cercare con la bocca il corpo della madre; e, in assenza, dimenarsi e piangere.  Ma ben presto  per intendere  l’intorno ed “abitarlo”...
Architettura - Scrittura - Comunicazione - Ricerca. Conferenza di Arcduecittà

Architettura – Scrittura – Comunicazione – Ricerca. Conferenza di Arcduecittà

Innazitutto il titolo: Scrittura, ricerca, comunicazione. Dovrei partire da comunicazione, che è termine più pregnante di pubblicistica ed era il precedente titolo. Ma preferisco partire da scrittura, ricordando il testo sulla grammatologia di Derrida al quale farò cenno in seguito discutendo due suoi scritti per Arc e Arcduecittà di F. Purini. Ma prima che di...
Architettura: necessaria o illegittima II. Ernesto d'Alfonso

Architettura: necessaria o illegittima II. Ernesto d’Alfonso

Riprendo il tema della delegittimazione (sul quale ci richiamava Purini) di cui ho parlato altrove, sottolineando il disagio che, soprattutto gli architetti italiani hanno vissuto nel subirla. Un disagio nei confronti della disciplina stessa: dell’esercizio della disciplina. Fino all’autocensura. Indicando pessimismo sul valore della azione sul mondo, un lato oscuro della paura del futuro, il...